NAVAJO

LA TESSITURA

Mentre la carne al fuoco cuoce,
mentre lievita il pane,
mentre i miei figli conducono il gregge
e il mio uomo a cavallo li segue,
filo la lana.
Molte matasse, per molti giorni.
Molti giorni di sonno e di cibo,
molti giorni di pascolo e caccia,
che il tempo consuma.
Con fuso e filo siedo al mio telaio,
su una pelle d'agnello.
Penso al motivo
da mia madre insegnatomi.
Me lo ricordo bene,
lento lo vedo crescere.
Farò una coperta uguale a quella
che mia madre fece, e la madre di lei.
Lascerò un piccolo buco
per il Ragno Divino,
che insegnò alla prima di noi
a usare il telaio.
La Donna Ragno così potrà sapere
che la gente ricorda
e che non dimentica mai.
E tutto è bellezza,
tutto è bellezza,
tutto è bellezza.

 

LaTela.net

Appignano

3204059184

  • Facebook

©2018 by LaTela.net. Proudly created with Wix.com